Spiedini di maiale ai fichi farciti

Ultimi scampoli di fichi per soddisfare una voglia, la mia, di giocare con la frutta. Probabilmente se non avessi avvertito, bevendo la Rodenbach, un leggero profumo di fico maturo, non avrei mai pensato a questo bizzarro abbinamento. Anche se i migliori chef utilizzano da tempo immemore la frutta per i loro piatti (da un bel po’ anche i fiori) per noi comuni mortali usarla, a volte, può sembrare una forzatura. Se mai avevate considerato l’ipotesi di infilzare un fico tra i vostri spiedini probabilmente, bevendo questo tipo di birra, ci pensereste anche voi. Lo spiedino in sé non ha nulla di fantasmagorico se non la presenza di un fico farcito ai pinoli e avvolto in una coperta di speck. La dolcezza del frutto e la marinatura della carne (prettamente al limone) ha esaltato il sapore aspro e deciso della birra. Questa esperienza mi è costata una serie di bubboni da zanzara tigre, l’ aver scoperto che esistono anche i cani da fico (il mio) e l’acquisizione di una certa dose di coraggio verso gli abbinamenti “fruttosi”.
E’ stato divertente…spero anche per chi lo ha gustato con noi!

Ingredienti

700 gr di prosciutto di maiale
Un limone non trattato
Timo
fichi maturi
50 gr di pinoli
100 gr di speck
8 rametti di rosmarino
Olio
2 cucchiai di aceto balsamico
Erba cipollina
Sale&pepe


Tagliate il maiale a cubetti e trasferitelo in una ciotola, aggiungete 2 cucchiai di olio, un cucchiaio di foglioline di timo e la scorza di un limone grattugiata; mescolate bene e lasciate riposare per un’oretta mescolando ogni tanto.
Tostate i pinoli in un padellino antiaderente a fuoco basso e tritateli. Incidete i fichi a croce (ah..ovviamente dovete lasciarvi la buccia), allargate delicatamente le quattro punte e farci teli con i pinoli tritati. Avvolgete ciascun fico con una o due fettine di speck. Togliete gli aghi dai rametti di rosmarino lasciando solo un ciuffetto finale su un’estremità e usateli come spiedini: infilzatevi la carne sgocciolata dalla marinata alternata ai fichi farciti. Allineate gli spiedini sulla placca da forno coperta da carta da forno, ungeteli con un poco di olio e cuoceteli in forno caldo a 200° per una ventina di minuti.
Emulsionate in una ciotolina 5 cucchiai di olio con il succo di un limone, l’aceto balsamico, una presa di sale, una di pepe, una manciatina di erba cipollina tagliuzzata. Servite gli spiedini caldi e, a parte, la salsina di copertura.


Adele Chiagano

posted by Mauro Erro @ 12:36,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito