Compagno Togliatti devi mangiare di più, è Stalin che lo ordina

Al Quirinale, Nilde Iotti, Spano Velio e Palmiro Togliatti, Festa della Repubblica 1958

"Il compagno Stalin domanda come va la salute del compagno Togliatti, se si nutre a sufficienza e se dorme molto. Il compagno Secchia risponde che il compagno Togliatti si sente bene, ma che bisogna tenerlo d’occhio di continuo. Se rimane senza sorveglianza, mangia poco, dorme pochissimo e lavora troppo. Il compagno Stalin dice che bisogna badare a che il compagno Togliatti mangi 3-4 volte al giorno e dorma di più. Il Comitato centrale del Partito comunista italiano deve adottare una risoluzione per tener d’occhio la salute del compagno Togliatti. Il compagno Stalin chiede di trasmettere al compagno Togliatti la sua preghiera di riguardarsi e di non strapazzarsi. Il compagno Stalin ripete che anche il Comitato centrale del PCI deve occuparsene, altrimenti il compagno Togliatti si rovinerà e questo non serve a nessuno. Non è il caso che il compagno Togliatti si comporti come un asceta. Il compagno Secchia assicura che farà tutto il possibile per badare che il compagno Togliatti conservi la salute". 

[Verbale del colloquio tra Pietro Secchia e Stalin, avvenuto il 14 dicembre 1947 al Cremlino, Centro di documentazione sulla storia contemporanea di Mosca]

posted by Mauro Erro @ 13:38,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito