La testa intelligente: Dinamo Kiev - Napoli

Arkadiusz Milik

Neanche il tempo di accomodarsi sul divano dopo aver gridato the champions che lo sciagurato tifoso deve prepararsi allo scatto: provvede Reina (6 e un quarto) che devia in calcio d’angolo il pallonetto di controbalzo di Sydorchuk che, dopo l’errore di impostazione di Albiol (5 ½), la mette sotto la traversa da centrocampo. Napoli (6) timido che paga l’emozione della prima, a cui non riescono le verticalizzazioni, anche perché la Dinamo fa densità al centro lasciandoci il gioco orizzontale sulle fasce: abbassiamo il baricentro e sbagliamo molto in fase d’appoggio con Hamsik e Jorginho (11 diviso due). D’accordo che gli ucraini sono avanti nella condizione fisica, ma è complice la nostra svagatezza sul fallo laterale da cui nasce il vantaggio degli avversari, la mancanza di tensione in area, la nostra, dove sul secondo palo si permette la comoda sponda di Tsygankov per Garmash che si gira con la stessa velocità dello sciagurato tifoso - che sul divano tenta lo scatto ma si lascia cadere sprofondando - e di destro ci infila. Il resto sono i due gol di Milik (6 ½) che ci danno i tre punti e ci dicono che il ragazzo usa la testa con la sensibilità che gli manca al piede destro. Il primo su cross di Ghoulam (6 e ½ - il migliore in campo, anche in fase difensiva se la cava con un avversario ispido come Yarmolenko): va in cielo prepotente e tocca leggero con un lob prendendo in controtempo il portiere. Il secondo è un gollonzo intelligente che nasce dal cross di Callejon (6 e un quarto) per il colpo di testa di Mertens (10,14 diviso 1,69 - la sua altezza) che colto da stupore vuole restituirne provando il pallonetto respinto sulla linea: è un attimo, Milik guarda dove metterla e come fosse un playmaker della Nba alza l’arco della palla appoggiandola nell’angolino. 
Timidezza a parte, differenza di preparazione complice - nel finale subiamo in superiorità numerica ai danni delle sole coronarie dello sciagurato tifoso - nella continuità stiamo cambiando: e c’è da migliorare, soprattutto quando confidiamo troppo nel bel gioco mancando di tensione agonistica e cattiveria. 

Prima di Champions. Dinamo Kiev - Napoli 1 a 2. 

[Prove tecniche di rubrica: Il deserto dei leoni]

posted by Mauro Erro @ 09:42,

2 Comments:

At 15 settembre 2016 08:30, Anonymous Anonimo said...

Sempre forza Napoli!

 
At 15 settembre 2016 08:32, Blogger Mauro Erro said...

Sempre.

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito