Note di servizio: Verdicchio Villa Bucci Riserva 2004


immagine di repertorio


- Detto semplicemente: 10 anni ed è ancora lì tonico, testimonianza liquida a servizio di coloro che ancora ignorano che il bianco può invecchiare. Invecchiare? Dall’ultima volta che ci siamo incontrati saranno passati quanto, sei anni? E mi pare praticamente lo stesso. 

- Semplicità e semplificazione sono due cose opposte. La prima è augurabile, la seconda detestabile. 

- Pietra focaia, erbe aromatiche, sale, un'eco di torba, miele, poi schiarisce: fiori bianchi. Bocca cremosa, ampia, sapida e asciutta. Gli manca solo un po’ di spinta sul finale che ne allunghi il sapore e ne ritardi il ricordo per essere perfetto. 
Mi chiedo quante ne ho ancora in cantina. 
Quanto durerà ancora? 

- È certo che la carne è debole; ma non siamo ipocriti: lo spirito lo è molto di più

(dialoghi con Eduardo Torres, oste, novembre 2014)

posted by Mauro Erro @ 12:26,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito