Sancerre 2013: io compro


Mentre sul web e sulla carta stampata impazza la discussione e ci si chiede come sarà questa annata che volge alla vendemmia - a tal proposito consiglio questo pezzo divertentissimo di Paolo De Cristofaro su Campaniastories - io mi sono dedicato ultimamente ai 2013 di uno dei miei vini preferiti: Sancerre.
Di questa denominazione della Loira e dei sauvignon blanc che si producono ho già scritto diverse volte, per cui basta fare una piccola ricerca per reperire un po' di informazioni qualora ne siate sprovvisti. Qui mi limito a due considerazioni volanti. La prima: io compro. Perchè la trovo un'annata deliziosa, più piccola nelle dimensioni rispetto alla bella 2012 per quel che ho avuto modo di assaggiare, ma reattiva, fresca, con acidità vispe e bel dettaglio aromatico.
La seconda, invece, è più un'indicazione che una considerazione, ossia tre vini che mi sono particolarmente piaciuti, da zone e produttori diversi (vedi anche alla voce scopri l'acqua calda): Sancerre Clos La Neore, Edmond e Anne Vatan; Sancerre La Grande Cote di Pascal Cotat; Sancerre Nuance di Vincent Pinard.

posted by Mauro Erro @ 10:47,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito