Yves Ruffin, Champagne 1er cru brut

foto tratta dal web

Una delle serate più interessanti a cui abbia partecipato (ed in questo caso organizzato) è stata quella con Samuel Cogliati, autore che apprezzo particolarmente e i cui testi sullo Champagne consiglio vivamente (vedi qui). 

Come al solito in questi casi la presentazione del libro, l'altra sera all'Hotel Ramada a Napoli, è stata accompagnata dalla degustazione di alcuni Champagne (qui la lista) tra cui quello di Yves Ruffin, piccolo vigneron di cui ho già scritto altre volte.

Da un Yves all'altro mi è venuta alla mente una frase che si attribuisce a Yves Saint Laurent, il profumo è il fratello del respiro, che spiega, meglio della solita notarella del fruttivendolo o del fioraio, la bellezza di questo vin de Champagne, la sua capacità di farsi cosa viva, di evolvere e mutare nel bicchiere, di parlare attraverso i suoi profumi o, appunto, attraverso il suo respiro.

E complimenti a Dario Pepino de L'etiquette di Torino che da qualche anno importa in Italia questi Champagne.

posted by Mauro Erro @ 11:47,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito