Da Peppe, Rotonda (PZ)

Cucina: tradizionale

Proposte: a la carte 30/35 € vini esclusi

Plus: la genuinità dei prodotti e delle persone, la simpatia, il prezzo conveniente

Abbiamo bevuto: Aglianico del Vulture Canneto 2001, Azienda D’Angelo; Aglianico del Vulture Bauccio 2004, Madonna delle Grazie

Rotonda è un comune di tremila e seicento abitanti ultimo avamposto meridionale della provincia di Potenza, al confine con il territorio calabro. Insiste nel Parco nazionale del Pollino, il più grande d’Italia, essendone sede e, la sua origine, nonché la sua naturale ospitalità – vi soggiornò Garibaldi il 2 settembre 1860 – si perde lontano nel passato. In Corso Garibaldi 13, per l’appunto, dal 1980 Peppe De Marco (aiutato da sempre dalla moglie Angela) cucina e valorizza come fosse un missionario (qui da 31 anni non si va in ferie) alcune perle gastronomiche offerte da un territorio aspro e generoso al contempo (i bue che vi trovate sono da guinness dei primati, lunghi due metri e oltre). In una botte tagliata a metà e appesa al muro all’esterno potete leggere i menu, l’insegna ricorda una vecchia public house inglese o una ancor più antica Tabernae romana. All’interno due sale semplici su due piani, quella superiore vestita in modo più istituzionale, una settantina i coperti; pochi tavoli, invece, all’esterno in un vicolo laterale, stretto, fiorito e romantico. Alle proprie spalle due porte: una da sulle voci della sala, l’altra sui profumi della cucina.
La piccola e prelibata melanzana rossa (oggi presidio Slow Food), il fagiolo poverello, il paddraccio, formaggio da latte ovino e caprino, sono alcuni dei prodotti che trovate in una ricca selezione di antipasti (tortino di melanzana rossa di Rotonda e patate con cuore di pecorino; tortino di patate e vaiane, zucchine ripiene, melanzane ripiene, peperoni ripieni, paddraccio arrostito; zuppetta di fagiolo poverello di Rotonda con polvere di peperoni e peperoni cruschi) che basterebbe il viaggio.
Una cucina tradizionale, semplice, dai sapori robusti ma equilibrata ed eseguita da una mano gentile vi accompagna, mentre in sala le giovani figlie di Peppe, Flavia – colei che prepara i dolci – e Antonella, ragazze simpatiche, divertenti e preparate, vi accudiscono.
Tra i primi (consigliati gli spaccatelli con melanzana rossa e caciocavallo podolico; i raviolini di ricotta e ortiche in sugo di ortiche; gli spaghetti con tartufo e fonduta di formaggi) e i secondi (ottimo l’ agnello con patate e il baccalà alla griglia con purea di fave aromatizzata all'alloro) difficile scegliere. Dulcis in fundo la torta di melanzane rosse di Rotonda, specialità di Flavia, dove le melanzane, caramellate con zucchero e moscato di Saracena, sono mescolate alla ricotta e al cioccolato e adagiate su una base di frollini.
Carta dei vini territoriale dove trovate tutti i grandi classici dell’Aglianico del Vulture (qualche etichetta in più delle nuove leve non dispiacerebbe), proposti a prezzi estremamente corretti e potendo scegliere anche vini invecchiati il giusto.
Qui, oltre l’accoglienza, la genuinità e la bontà dei sapori, trovate consapevolezza, passione e amore del proprio territorio e del proprio lavoro: Peppe De Marco, d’altronde, è colui che ha valorizzato più di altri la melanzana rossa di Rotonda (cosa di cui dovrebbe tener conto il neonato Consorzio).
Cento metri più avanti, sempre sul corso, la bottega dove potrete comprare prodotti gastronomici e d’artigianato (ricordatevi di farvi dare, oltre alle melanzane, il libro di Flavia De Marco, ricco di ricette da replicare a casa).
Quella di Peppe De Marco è una di quelle cucine che si spera di trovare in cima, quando la salita è finita.

DA PEPPE
Corso Garibaldi, 13
Rotonda (PZ)
Tel. +39 0973 661251



Carte di credito
: tutte
Orari: aperto sempre; chiuso la domenica sera e il lunedì (tranne d’estate); ferie mai.
Come arrivare: Percorrere la Salerno-Reggio Calabria, uscire a Laino Borgo e svoltare a sinistra verso Contrada Santa Foca seguendo le indicazioni per Rotonda.
ah

posted by Mauro Erro @ 11:12,

7 Comments:

At 30 agosto 2011 11:42, Blogger Luca said...

Tutto hai assaggiato, eh?

 
At 30 agosto 2011 11:53, Blogger Mauro Erro said...

Sì, appena appena...

 
At 30 agosto 2011 12:09, Anonymous Anonimo said...

Adeluccia voglio che mi replichi il dolce con le melenzane... ti pregoooooooo

Fabio

 
At 30 agosto 2011 13:09, Anonymous Adele said...

Ci posso provare, ho la ricetta di Flavia, ma non sarà sicuramente buono come il suo :)

 
At 30 agosto 2011 13:16, Anonymous Adele said...

Fabiuccio a parte la torta che ti prometto proverò a fare, dobbiamo assolutamente andarci di nuovo e insieme. Sono bellissimi!!!

 
At 30 agosto 2011 14:21, Anonymous Anonimo said...

Con vero piacere...

Però possibilmente cerchiamo di evitare di portarci dietro gente che non regge bene l'alcol...

uahahahahaha...

Fabio

 
At 30 agosto 2011 16:40, Anonymous Alessandro Morichetti said...

L'alcol se lo portamo, che mitici :-)

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito