L'arte della pizza e/o dell'imbruoglio (fate Voi!).

Con questo post di Fabio Cimmino vi auguriamo un buon ferragosto, sperando che non vi capitino avventure "turistiche" del genere. Noi ci godiamo una settimana di meritata vacanza e di mare. Torneremo presto, voi, nel frattempo preparatevi per l'appuntamento del 27 agosto a Castelvenere con le piccole vigne. (M.E.)

Ore 19.30 circa, Vomero basso al quadrato (oltre a trovarsi nella parte basse del Vomero la pizzeria in questione è altresì collocata in quello che a Napoli viene chiamato comunemente "basso").
Mia Moglie: " E' troppo presto per mangiare una pizza?"
Cameriere: "No, assolutamente, potete pure accomodarVi".
Ci accomodiamo.
Dopo qualche minuto il Cameriere ci raggiunge al tavolo...
Cameriere:"Visto che il forno non è ancora pronto... (?!) Vi posso portare qualche antipasto ?"
Mia Moglie (visibilmente sorpresa e contrariata) mi guarda. Io per quieto vivere acconsento. Alla fine, per la cronaca, ci ritroveremo nel conto 26 €uro di antipasti per una fritturina all'italiana, 4 bruschette, un fritturina di gamberetti ed una di seppioline.
Nel frattempo che ci servono gli antipasti vediamo allontanarsi una persona con 2 fumanti pizze da asporto...
Taciamo, del resto siamo usciti per trascorrere una serena serata in famiglia (o almeno quella era l'intenzione).
Arrivano le pizze. Discrete.
Chiediamo il conto.
Arriva come al solito un fogliettino di carta volante. Chiedo la ricevuta...
Conto di 61 €uro. Ho dato 70 ma mi arriva il resto solo di 5.
Mi accorgo di aver dato più soldi del dovuto, lo faccio notare. Ma alla cassa devono essersi già accorti del mio errore solo che fanno finta di nulla.
Chiedo, comunque, gli altri 5 che avanzano.
Camiere: "Hanno fatto il conto paro!"
Mia moglie: "Il conto paro per chi ? Per Voi?"
Il Cameriere sembra non capire, torna confuso alla cassa e mi porta gli altri 5 €uro.
Lascio altrettanti di mancia.
Mi allontano verso l'uscita giochicchiando con mia figlia mentre sullo sfondo continuo a sentire la voce, incalzante, del cameriere: "Tutto bene Signora, tutto a posto Signora,.."

Napoli, punto e indietro!

Fabio Cimmino

posted by Mauro Erro @ 08:14,

12 Comments:

At 24 agosto 2010 00:17, Anonymous Anonimo said...

sabato 23 agosto sono stata presso il Ristorante l'Arte della Pizza sito in Napoli alla Santa Maria della Libera. Appena seduti al tavolo un cameriere , alto non più di un metro e mezzo per più di due metri di larghezza, ci ha invitato a consumare gli antipasti e/o il primo piatto sostendo che per la pizza c'erano tempi di attesa estrmemente lunghi,. Assicuro che il ns ordinativo è stato consegnato dal cameriere al pizzaiolo dopo ben oltre 20 minuti e che dopo solo 5 minuti dalla consegna dell'ordinativo le pizze erano sul tavolo; invece i clienti, tra i quali molti stranieri, che hanno aderito all'invito del cameriere, di ordinare primi e antipasti erano ancora in attesa di quanto ordinato. Non pensate che tale comportamento sia lesivo dell'immagine del locale e mon solo ????

romanopirozzi@alice.it

 
At 24 agosto 2010 09:41, Blogger Mauro Erro said...

lo è, stando al suo racconto.
Purtroppo.

 
At 8 ottobre 2010 23:34, Blogger laura said...

forse lei non sa che il mestiere del cameriere è quello di proporre ai clienti le novità della casa per far degustare cose sempre innovative poi sta al cliente scegliere se accettare o meno la proposta del cameriere.per quanto riguarda invece ai clienti che come dice lei hanno aderito all'invito delcameriere evidentemente avevano voglia di degustare cose nuove,qndi non penso ci sia niente di lesivo per il locale....

 
At 8 ottobre 2010 23:46, Blogger laura said...

risponderei al signore che ha pagato il conto di 61 euro mi chiedo lei voleva mangiare cosi tanto e pagare lo stesso prezzo di due pizze? assurdo e poi il foglio volante è sempre seguito da una ricevuta fiscale. per il resto lei doveva reclamare alla cassa perchè se un cameriere sbaglia volutamente o non va detto.Mi chiedo ancora ma la pizza piace veramente a tutti o la si mangia solo per non far salire i conti?lasciare commenti su internet non serve bisogna parlare con i diretti interessati e poi le consiglio si faccia un giro intorno e veda un pò i prezzi..............

 
At 9 ottobre 2010 00:13, Blogger miki said...

la gente tante volte è anche un pò pidocchiosa io ci sono stato e non solo ho mangiato benissimo ma ho anche pagato giusto.Il locale è molto carino e accogliente,ho tanti amici che la pensano come me.

 
At 9 ottobre 2010 20:50, Anonymous Anonimo said...

sono solo tirki

 
At 9 ottobre 2010 21:03, Anonymous Anonimo said...

mi kiamo manila e sono cliente al ristorante l'arte della pizza e devo dire la verita e' il contrario di cio' ke ho letto , la pizza nn e' discreta ma ottima come i prezzi .... ma io lo dico sempre che i pensieri sono soggettivi evidentemente questi tali sono molto ma molto tirki e quindi hanno paura di mangiare per nn spendere troppi soldi ,un consiglio la sera fatevi qualcosa a casa..... tirki hihihihi

 
At 10 ottobre 2010 11:29, Blogger Mauro Erro said...

credo che si sono capiti tutti i punti di vista. Agli anonimi consiglierei sempre di fare attenzione, perchè attraverso l'indirizzo ip si risale alla provenienza del commento, per cui, tavolta, per fare i furbi, si passa per fessi.
Non ci rimane che fare un sopralluogo a sorpresa e verificare :-)

 
At 15 settembre 2011 23:17, Anonymous laura said...

i suoi commenti signor fabio sono molto lesivi per il locale per fortuna che il ristorante e pizzeria l'arte della pizza è frequentato da tante persone che non la pensano come lei,bè il suo è un minuscolo punto di vista che non fa rumore fra i tanti complimenti ricevuti ogni giorno dai nostri clienti.curiamo il nostro lavoro con professionalità ed esperienza che pochi hanno.....

 
At 15 settembre 2011 23:24, Blogger Mauro Erro said...

be' sicuramente io non le faccio i complimenti per lo stile con cui incassate le critiche. Non solo si parla di un giornalista stimato di settore, ma di un cliente che, avendo pagato, ha tutto il diritto di esprimere la propria opinione liberamente. Se prima avevo il dubbio o la curiosità di venirvi a trovare, adesso mi è passata qualsiasi fantasia. Meglio ignorare certi posti visto lo stile e l'eleganza mostrata nel trattare un cliente. Cara Signora avrebbe fatto una migliore figura invitanto il Dott. Cimmino per rimediare e farlo ricredere. Così non ha fatto altro che peggiorare e chiarire del tutto il tipo di locale che ci troviamo innanzi. Cordialmente la saluto.

 
At 16 settembre 2011 00:20, Anonymous laura said...

infatti il mio dispiacere nasce proprio dal fatto che il dott. cimmino non è andato a chiarire l'accaduto personalmente dai titolari che avrebbero potuto prendere provvedimenti con il cameriere che lo ha servito e rimediare come è poi stato fatto ,il nostro obbiettivo è quello di accontentare il più possibile i clienti e vedersi una critica del genere senza aver potuto prima chiarire non è stato molto carino,il titoloare è molto conosciuto e stimato nel suo mestiere .Comunque nel nostro locale sono tutti i benvenuti compreso lei ,saluti

 
At 28 settembre 2011 03:25, Anonymous Francesco said...

io ho lavorato qualche tempo all'Arte della Pizza. Ho potuto vivere la passione e la fatica quotidiana che esprimono i titolari ed il personale per gestire il locale. La pizza, vi assicuro, è fatta nell'assoluto rispetto della tradizione napoletane. Chi se ne intende sa di cosa parlo. Tutto secondo tradizione. Io stesso ho visto gli arrivi giornalieri di ingredienti freschi per cui anche sulla genuinità si può contare. Aggiungo solo che il 14 d'agosto non è il momento migliore per andare in pizzeria. L'Arte della Pizza è uno dei pochi locali aperti quel giorno e pochi sanno quante spese bisogna sopportare per "reggere" la settimana a cavallo di Ferragosto per rimanere aperti ed offrire un servizio a chi rimane o è in città. Se il cameriere ha "incantato" un poco non lo biasimo più di tanto alla fine è il cliente che decide...

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito