Da non perdere

“Parlano i Vignaioli” è un evento inedito per il Sud, interamente dedicato ai vini naturali e artigianali. Muovendo da questo nobile e diversificato territorio dall'enorme potenziale, l'evento vuole far incontrare aziende delle regioni meridionali con colleghi di aree geografiche dove una viticoltura sana, rispettosa dell'ambiente e della genuinità del prodotto ha sviluppato esperienze interessanti.

“Parlano i Vignaioli” punta a incrementare tra i consumatori la cultura del consumo consapevole attraverso i racconti di chi produce vini da vigne pulite e che di conseguenza in cantina non ha bisogno di correggere un naturale equilibrio.
L'educazione ha bisogno di un giusto ritmo. Ogni anticipazione, come ogni ritardo, porta a delle alterazioni. Il Sud in questo momento storico è pronto ad ascoltare e capire le scelte di questi vignaioli e a mettere in dubbio chi produce con metodi convenzionali.

Due giorni di intenso confronto tra degustazioni, assaggi, dibattiti, opportunità di conoscere di persona e di ascoltare quei vignaioli-artigiani che da lungo tempo o più di recente si sono avvicinati all'agricoltura biologica, biodinamica o semplicemente a una viticoltura pulita e rispettosa dell'ambiente, della materia prima e del consumatore.

L’appuntamento con “Parlano i Vignaioli” è a Villa Signorini , Ercolano (NA) domenica 29 e lunedì 30 novembre 2009.

Tutte le aziende presenteranno in degustazione libera i loro vini più significativi, alcuni dei quali saranno anche in vendita diretta, rappresentando così un’ottima occasione di acquisto.
Durante la giornata di domenica 29 novembre, dalle 10.00 alle 20.00, le sale di Villa Signorini saranno aperte al pubblico per un banco d’assaggio rivolto a professionisti del settore ma anche ad enofili e semplici curiosi. Una degustazione che riaprirà lunedì 30 novembre dalle 12.00 alle 20.00. Ingresso 10 euro.
Una succulenta occasione, per appassionati, operatori del settore e curiosi, per conoscere e assaggiare una selezione di vini ottenuti da una viticoltura sana, espressione di un terroir più evidente e trasparente di quanto accada con pratiche agricole cosiddette “convenzionali”.

Già fissato per domenica alle 10.30 il seminario su “Centopassi, l’anima vitivinicola delle terre confiscate alla mafia in Sicilia”, gestito da Giovanni Ascione con l’intervento dei responsabili di Centopassi e di Luciano Pignataro. Prevista anche la proiezione di un breve filmato (circa cinque minuti).

Durante entrambe le giornate sono anche previsti altri 11 laboratori gratuiti di degustazione (> scopri il programma dettagliato dei laboratori), curati da Pino Savoia, Antonio Del Franco (presidente dell’Associazione Italiana Sommelier Campania) e da personaggi noti del settore, come Luciano Pignataro, Giampaolo Gravina, Giovanni Ascione, Ugo Baldassarre e Paolo De Cristofaro, Fabio Cimmino, Raffaele del Franco e Nicoletta Gargiulo.
Questi i titoli dei laboratori: "Grandi vini alla corte di Carrabs", "Naturalmente dolce", "Stile toscano", "Le perle del Piemonte", "La Slovenia di Valter Sirk", "Due volti del Nebiolo", "I bianchi macerati", "Karma tutti c'è Trianelli", "I rossi in terracotta", "Nord-est" e "Quelli rari".
Per informazioni sui laboratori di degustazione: Laura Gambacorta - t. 349.2886327 - laugam@libero.it
Per iscrizioni: Michela Guadagno - michelaguadagno@libero.it

Il lunedì è il giorno di una conferenza-tavola rotonda centrata sul tema della naturalità in vitivinicoltura, a partire dalla salubrità del terreno. L’occasione per comprendere le linee base di una scelta ecologica, etica e qualitativa, ma anche per discutere di approcci differenti a una materia che sta conoscendo una fase di grande attenzione mediatica e culturale.
Con il giornalista Samuel Cogliati nella veste di moderatore, parleranno: Stefano Bellotti (Cascina degli Ulivi - Piemonte), Giampiero Bea (Paolo Bea - Umbria), Andrea Kihlgren (Santa Caterina - Liguria), Andrea Zanfei (Fattoria Cerreto Libri - Toscana), Antonio di Gruttola (Cantina Giardino - Campania), Guido Zampaglione (Tenuta Grillo e Tufiello - Piemonte/Campania), Arianna Occhipinti (Agricola Occhipinti - Sicilia) e Bruno De Conciliis (Viticoltori De Conciliis - Campania). Le conclusioni saranno tratte da un noto giornalista campano Luciano Pignataro.

Nel corso della manifestazione si svolgerà anche un Mercatino del Biologico promosso dalla Regione Campania e situato al piano terra di Villa Signorini. Vedrà la partecipazione di diverse aziende agroalimentari, con specialità ottenute da agricoltura bio, dall'olio alle conserve di verdure, dal miele alle confetture.

posted by Mauro Erro @ 12:42,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito