Pausa poetica: Cecco Angiolieri


S'i' fosse fuoco, arderei 'l mondo;
s'i' fosse vento, lo tempestarei;
s'i' fosse acqua, i' l'annegherei;
s'i' fosse Dío, mandereil' en profondo;
s'i' fosse papa, allor serei giocondo,
ché tutti cristiani imbrigarei;
s'i' fosse 'mperator, ben lo farei:
a tutti tagliarei lo capo a tondo.
S'i' fosse morte, andarei a mi' padre;
s'i' fosse vita, non starei con lui:
similemente faria da mi' madre.
S'i' fosse Cecco, com' i' sono e fui, torrei le donne giovani e leggiadre:
le zop[p]e e vecchie lasserei altrui.
a

posted by Mauro Erro @ 17:07,

4 Comments:

At 6 dicembre 2008 18:02, Blogger violacea said...

e quindi???

 
At 6 dicembre 2008 18:08, Blogger Mauro Erro said...

babbè....

 
At 9 dicembre 2008 12:03, Blogger il maiale ubriaco said...

Sublime!
S.

 
At 12 dicembre 2008 00:38, Blogger claudioT said...

Non mi fiderei tanto...

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito