E dopo il mercato immobiliare toccò al vino….

Trattasi, evidentemente, di bolla speculativa.
Da un po’, girando per blog e siti, (vedi Ziliani o Gimmo Cuomo e il suo neonato blog) non dimenticando la carta stampata, leggo di enoappassionati, consumatori, fanatici, normalissimi clienti che si sono stufati delle bibbie del vino, dei tomi contenenti innumerevoli referenze ed etichette del divin bacco: basta, pochi vini e buoni!!!
Poi esce la guida Michelin e, senza entrare nel merito del giusto sbagliato e bla bla bla perché non ne veniamo a capo, leggo che in Campania Palazzo Petrucci dell’amico Lino Scarallo e il ristorante Marennà dei Feudi di San Gregorio prendono la stellina….
Quindi cari ristoratori, prendete i vostri vini, la vostra cantina, il vostro sommelier e disfatevi subito di tutto, comprate delle belle brocche, un po’ di vinello sfuso e forse la stellina la prenderete pure voi (sempre che siate bravi quanto Lino o Paolo Barrale).
O quantomeno avrete risparmiato un bel mucchio di soldi.

posted by Mauro Erro @ 12:00,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito