Avviso ai naviganti

Tra qualche giorno iniziano le mie ferie e sarà una vacanza all’insegna del viaggio e di qualche novità. Innanzitutto per il blog: spero di riuscire ad effettuare qualche piccolo cambiamento grafico e di servizio che ne migliori la fruibilità, la veste grafica ed i suoi contenuti. Così come pare che io entri a far parte del circuito pubblicitario di VinoClic accogliendo il gentile invito di Filippo Ronco, genius loci del circuito ed anche del sito Tigullio vino e del social network Vinix, andando a fare compagnia a blogger come Michele Marziani ed i suoi Appunti di Viaggio, Marco Baccaglio di I numeri del vino, Giampiero Nadali di Aristide, Terry Hughes autore di Mondosapore, Joan Gomez Pallares di De vinis Cibisqve o giornalisti che animano riviste come L’Acquabuona e Porthos o siti come quello di Luciano Pignataro, nonché una serie numerosa di Foodblogger. Ovviamente, cambiamenti ferie permettendo. Ferie che trascorrerò un po’ in giro; in Sicilia innanzitutto dove spero di poter visitare la riserva dello Zingaro di cui ha parlato qui Michelangelo o l’isola di Favignana. Sperando di riuscire a fare un salto da Arianna ed andarla a trovare e passare da produttori come Benanti, il barone di Villagrande ed altri che ho segnato in agenda.
Sicuramente passerò un po’ di tempo nel mio buen retiro a metà tra il Cilento e la Costiera Amalfitana, quella costiera dove andrò a trovare sicuramente la pasticceria di Sal de Riso a Minori per gustarmi la sua invenzione, la torta ricotta e pera di cui prima o poi vi parlerò o andare a mangiare a Cetara un po’ di buone alici e ottimo tonno. E poi il selvaggio Cilento nel cui mare mi tufferò, inframmezzando il tutto con spuntini a base di mozzarelle di Bufala di Rivabianca o lo yogurt di Vannulo. Non so se e quando avrò una connessione internet e potrò aggiornare il blog appuntandovi emozioni vissute, persone incontrate, orizzonti visti e vini bevuti, nel frattempo, quindi, auguro a tutti voi di fare delle buone vacanze. Born to be wild (e non poteva essere diversamente) ricordando il film Easy Rider.

posted by Mauro Erro @ 13:35,

32 Comments:

At 2 agosto 2008 14:35, Blogger claudioT said...

Quando sei alla Riserva dello Zingaro? Io ci vado con famiglia dal 23/08 al 06/09, precisamente in Macari e mi dicono che è un posto stupendo.
Buone vacanze!

 
At 2 agosto 2008 14:37, Blogger Mauro Erro said...

Sarà difficile perchè devo rientrare per il 25 a Napoli, ma mandami comunque via mail il numero di cell. che se i periodi coincidono ci vediamo. Ciao.

 
At 2 agosto 2008 15:26, Anonymous Michelangelo said...

Ciao Mauro,
buone ferie!
Se sarai da quelle parti ti consiglio di andare a mangiare da Pocho a Makari.
Saluti
Michelangelo

PS. Ma sai che preferivo la veste grafica in bianco? :)

 
At 2 agosto 2008 15:30, Blogger Mauro Erro said...

Grazie per il consiglio e buone ferie anche a te.

P.S. Non ti preoccupare, solo prove tecniche .

 
At 2 agosto 2008 15:57, Anonymous Filippo Ronco said...

Benvenuto a bordo Mauro, è un piacere poter annoverare anche il tuo blog nel circuito VinoClic.

La riserva dello Zingaro merita, quando torni fermati una sera a cena da Alfredo a San Vito Lo Capo (prenota prima mi raccomando), mi ringrazierai.

Anche Favignana non è niente male.


Ciao, Fil.

 
At 2 agosto 2008 16:10, Blogger Mauro Erro said...

Grazie per avermi invitato a salire e grazie per l'indicazione.

Anzi, avviso a tutti i naviganti: si accettano molto volentieri segnalazioni su luoghi, uomini e cucine.

Ciao Fil.

 
At 2 agosto 2008 18:22, Anonymous Michelangelo said...

@filippo Ronco: sono stato da Alfredo a San Vito Lo Capo ma è stata un'esperienza raccapricciante, cibo pessimo, prezzi alle stelle. Penso la più grande fregatura che abbia mai preso...
ciao!

 
At 2 agosto 2008 18:51, Blogger claudioT said...

Ristorante del golfo, via Sagesta 153 Castel del Golfo
Pizzeria Gnà Sara via duca degli Abruzzi 8, S.Vito
Gelateria Il Gabbiano, via generale Arimondi 10, S. Vito
Trattoria-Pizzeria Azzurra Macari, via Timpore 11, Macari
Che dice chi li conosce? Li ho selezionati via internet.
E qualche spiaggia da non farsi mancare via terra (calette specifiche nella riserva) o via mare.

 
At 2 agosto 2008 21:47, Blogger Terence said...

Grazie per la segnalazione, Mauro.

Terence, appena rientrato in America

 
At 3 agosto 2008 00:14, Blogger massimo said...

Innanzitutto buon viaggio, interessanti le mete...
Interessantissime le novità, anche se ho una piccola paura: non è che mi diventi anche tu "istituzionale"???
Se proprio così dovesse essere, cerca di mantenere viva la passione che ti anima aldilà di schieramenti, associazioni, gruppi e chi più ne ha ne metta...(già detto tempo addietro, ma amo ripetermi, soprattutto quando ho paura di perdere letture "stimolanti")
Ah, anch'io sono un appassionato dello sfondo bianco...
Buone vacanze!!!

 
At 3 agosto 2008 09:38, Blogger Mauro Erro said...

@ Terence: grazie a te per essere passato da queste parti.

@ Massimo: non ti preoccupare, al mio modo di vivere il vino e non solo di scriverne, la parola "istituzionale" poco si addice, dal fatto che io non metto punteggi ai vini al mio scarso amore per le degustazioni guidate a cui preferisco quelle "condivise". In ogni caso ho parlato con Filippo chiedendogli (vale già per altri) di non aderire ad eventuali campagne pubblicitarie di Produttori vitivinicoli o altre che poco sarebbero affini a questo blog. Ciao.

 
At 3 agosto 2008 13:17, Blogger il maiale ubriaco said...

Ciao Mauro e buone vacanze!
Anche noi una segnalazione. La torta ricotta e fichi di cui parlammo qui: http://maialeubriaco.blogspot.com/2007/06/torta-ricotta-fichi.html

Un saluto.
Il Maiale Ubriaco
Ste & Re

 
At 3 agosto 2008 13:28, Anonymous Filippo Ronco said...

@ Michelangelo
Dopo aver letto il tuo post sul Commodore 64 già mi sei simpatico. Mi dispiace sentire della tua brutta esperienza da Alfredo, in effetti la mia è un po' risalente (6 annni fa), potrebbe anche essere cambiata gestione per quel che ne so. Però che peccato, la nostra era stata un'esperienza piacevolissima :
http://www.tigulliovino.it/rece/rece_0302.htm


@ Massimo

Non preoccuparti per l'indipendenza di Mauro. Una delle prime regole del network è che NON si possono vendere pubbliredazionali. In secondo luogo ci sono vere e proprie regole etiche da rispettare, in terzo luogo ogni editore può in qualsiasi momento richiedere di non vedere visualizzata una certa pubblicità sul proprio sito / blog. Last but non least, c'è un lavoro importante di selezione anche all'origine sul tipo di inserzionisti da ospitare, almeno cerchiamo di fare del nostro meglio per avere solo cose di qualità.

Mi ha colpito la tua paura di "istituzionalizzazione". In realtà io sono convinto che questo network racchiuda in sé proprio tutte o quasi tutte le voci dell'informazione enogastronomica indipendente online. Istituzionale è altro imho.

Ciao, Fil.

 
At 3 agosto 2008 13:36, Blogger Mauro Erro said...

@ ste/re: Ciao ragazzi, grazie per la segnalazione e buone ferie anche a voi, mi raccomando riposatevi almeno un po'.

@ Fi.: Bravo, giusta precisazione.

@Massimo: aggiungo, inoltre, che già conoscevo il lavoro di VinoClic grazie ad Adele (violamelanzana) ed è "eticamente" fatto a dovere. D'altronde, anche quando avevo la mia rubrichetta "etilica" sul blog degli amici del maiale ubriaco non ho mai avuto alcun tipo di problema.

P.S. un quarto d'ora e iniziano le mie ferie. Mò, nel frattempo, stappo qualcosa. Una bella birra...la Porter di Maltovivo di Luigi Serpe. Poi ve ne parlo.

 
At 3 agosto 2008 16:26, Blogger massimo said...

@Mauro Erro:
beh, credo che ormai sia tardi per "segnalarti" una cosina: il Getis, rosato dell'Azienda Agricola Reale di Tramonti(in costiera amalfitana), da bere...e da mangiare visto che da più parti mi segnalano l'annesso ristorante.
Ah, e beviti pure una Saint John’s bier, così ne parliamo, io ho provato la Marzen, e...mamma mia, niente da invidiare a Teo Musso...

@Filippo Ronco:
ciao, innanzitutto è un piacere poter parlare con te, ti volevo innanzitutto tranquillizare, la parola "istituzionale" era legata alla differenza emersa tra il tono dei commenti ad argomenti simili su alcuni blog.
Era sembrato che su blog come il Papero(blog "istituzionalcommerciale") il tono dei commenti fosse più "soft" rispetto a quello dei blog indipendenti, dove per indipendenti intendo quelli dei semplici appassionati.
Tutto qui, null'altro.
Ti confesso di non leggere spessissimo le tue pagine, perchè dove leggo la parola AIS...beh, scappo via...
Sarò prevenuto? Forse colpa di mie vecchie idee...
Poi però, quando vedo certe cose, come il video di vini buoni d'italia...mi viene quanto meno da pensare...
Però non faccio mai "di tutt'erba un fascio", e dalle tue parole relative alle regole editoriali mi sembra di capire che non perderò Mauro Erro dall'elenco delle letture "stimolanti"...
Saluti a tutti

 
At 3 agosto 2008 17:10, Blogger violacea said...

@Massimo: ti posso assicurare, conoscendo Mauro, che non lo perderai assolutamente tra le tue letture stimolanti, è così come lo leggi..

@Fil: ho fatto il "ritocchino" che mi chiedevi di fare!Ciaooo

 
At 3 agosto 2008 18:28, Blogger Mauro Erro said...

@ Viola: grazie sei sempre la mia preferita anche se quel "è così come lo leggi..." si presta a molte interpretazioni, d'altronde...

@ Massimo: Al sentire la parola ais fino a qualche tempo fa anch'io rabbrividivo. Oggi che ne ho avuto l'opportunità, conosco tanti amici e bevitori che fanno parte dell'ais. Gli uomini contano più delle istituzioni. Grazie per le segnalazioni: il vino lo conosco, il ristorante mi manca. La birra di cui ho detto (ho deciso che me la stappo stasera in piacevole compagnia - femminile, s'intende, non ti pare? -) è fatta dal Mastro Birraio Luigi Serpe che fino a qualche tempo fa le faceva alla Saint John’s. Ma siamo ad un livello superiore: tieni presente che la sua Noscia (Indian Pale Ale) è stata eletta l'ultimo anno, migliore birra artigianale d'Italia. è campano, per la cronaca.

 
At 4 agosto 2008 02:11, Blogger massimo said...

@Mauro Erro:
Bene, vedo che sotto molti punti di vista ci troviamo d'accordo...
A quanto pare della birra ne abbiamo parlato subito...no, non la conoscevo e non sapevo che il mastro birraio fosse lo stesso...proverò in qualche modo a recuperarla...
Ah, a proposito, spero che birra (e compagnia) siano state ok...
Io e mia moglie, nell'afa milanese, ci siamo "accontentati" di una falanghina La Rivolta, con la buona pizza di Ciripizza...

@Violacea:
cerca di scrivere di più, che rientri anche tu da tempo nelle mie letture...
L'avevo capito che Mauro è "così come lo leggi..." (e senza dare altre interpretazioni...)

 
At 4 agosto 2008 09:40, Anonymous Anonimo said...

cià, guagliò!
io sto dalla Crociani. E ti saluto da lì!

voc

 
At 4 agosto 2008 13:03, Blogger violacea said...

Luigi, (scusami Mauro se approfitto del tuo spazio, ma voc ti dice che sta dalla Crociani... e quindi approfitto!) mi è stato segnalato qusto ristorante a Montepulciano: Le logge del Vignola, Via Delle Erbe, 6, Montepulciano (SI) - 0578 717290‎, dove pare si mangi molto bene, il servizio è eccellente e il padrone di casa una persona squisita e molto competente. Visto che TU sei in zona, vacci e mi fai sapere. Un abbraccio

 
At 4 agosto 2008 14:21, Blogger Mauro Erro said...

Bene, le segnalazioni si sono spostate dalla Sicilia alla Toscana.
Vedo che i viandanti (e bevitori) prolificano e si sono messi in viaggio.
Quasi quasi ci creo una rubrica aposita: "viandanti per caso".
Bravi!

 
At 5 agosto 2008 00:41, Anonymous Filippo Ronco said...

@ Massimo.

Tutto bene ma non ho capito che c'entra l'ais con le mie letture :)

Ciao, Fil

 
At 5 agosto 2008 14:48, Anonymous Anonimo said...

Tt auguro che la tua estate sia come tu la vuoi, ma ricorda "E' inutile compiere lunghi viaggi, andare lontano a vedere le grandi montagne, i grandi fiumi, le grandi città del mondo, se non ci accorgiamo del filo d'erba bagnato di rugiada che cresce davanti alla porta di casa (...) Tutto il segreto è lì, nella volontà di fare della nostra esistenza la più bella e più ricca avventura che ci è dato di vivere, nonostante tutto. Percorriamo soltanto una volta la strada della vita e tutto quello che possiamo fare di bello e di vero non può essere rimandato perché da queste parti non passeremo mai più." da R.Battaglia
Marina (la sconosciuta)

 
At 5 agosto 2008 15:08, Blogger Mauro Erro said...

Non conoscevo la frase di Battaglia, grazie per avermela segnalata Marina (la sconosciuta), ma la condivido pienamente cercando di perpetrarla.
Buoni viaggi anche a lei.

 
At 5 agosto 2008 18:20, Blogger massimo said...

@filippo ronco:

alludevo alla parola AIS che si legge nel sottobanner...
Poi, come diceva Mauro Erro, bisogna fare le dovute distinzioni...
Non avevo intenzione di identificarti con loro (che come associazione non apprezzo), ma, soltanto dirti che sono fatto così...se solo vedo qualcosa che non mi piace evito...poi, a volte, scopro che mi son perso qualcosa d'interessante...
tutto qui...
Saluti

 
At 6 agosto 2008 01:47, Anonymous Filippo Ronco said...

Ah quella ! :-)
Si è un residuo dell'aprile 2000. Nel nuovo sito, spero online entro fine anno, non ci sarà perchè è una sezione vecchia che ho deciso di rimuovere.


Fil.

 
At 6 agosto 2008 19:44, Blogger massimo said...

@filippo ronco

come vedi, c'era... :-))

 
At 8 agosto 2008 11:06, Blogger Tenebrae said...

mauro, con enorme ritardo ho risposto qui alla tua domanda, aspetto tue notizie

e buone ferie!

 
At 8 agosto 2008 17:46, Anonymous tommaso luongo said...

@Massimo,Mauro,Filippo

Rabbrividite,scappate,rimuovete...non è mia intenzione fare una difesa d'ufficio di stampo corporativo dell'Ais nè tanto meno ho un intento censorio ma mi sembrano affermazioni un pò troppo drastiche e perentorie. Le associazioni le fanno gli associati, poi per il resto, come direbbe Eraclito panta rei...

Tommaso Luongo

 
At 8 agosto 2008 18:10, Blogger Mauro Erro said...

Tom, il discorso è partito dalla parola istituzione, ed è a quello che mi riferivo io, alle istituzioni non ai soggetti (come puoi leggere anche nel mio commento precedente).

Detto questo, poi, e lo dico "io che sono ais", anche un po' di autocritica non ha mai nociuto a nessuno.

In ogni caso l'argomento è e rimane il vino. Tutto il resto scorre...

Ciao.

 
At 8 agosto 2008 19:40, Blogger massimo said...

@Tommaso Luongo

vedo che Mauro ti ha già risposto, e ti confermo in pieno quanto detto.

Mauro, un piccolo appunto: ma anche il vino scorre... :))
Saluti

 
At 9 agosto 2008 18:38, Blogger Tommaso Luongo said...

sull'autocritica sfondi una porta aperta...mi preoccupavo in realtà della vostra salute: troppi brividi!
possibili diagnosi
1)delirium tremens
2)raffreddamento da condizionatore
3)stato febbrile incipiente
Per una valutazione più accurata suggerisco una visita di Roberto,alias il fratello "serio".

P.S. non vorrei essere accusato fra qualche tempo di averti contagiato con il morbo...

Tommaso l'Untore

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito