Montefalco rosso 2005, Adanti

Lo so, fa caldo. Molti di voi saranno chiusi in uffici caldi e immagineranno una spiaggia quasi deserta ad eccezione della propria compagna; e se proprio deve essere vino, quello da sorseggiare, allora staranno pensando ad un bianco in secchiello con abbondante ghiaccio. Altri, invece, all’esclamazione fa caldo penseranno a quella nota pubblicità del tè agognandone un sorso, sperando sia accompagnato dalla modella procace pronta ad elargire le sue affettuose attenzioni pur di condividere la rinfrescante bevanda. A me, invece, è toccato durante un pranzo domenicale questo vino e, trovandomelo innanzi, non potevo far altro che berlo. Dal colore rosso rubino ben carico, da un uvaggio di Sangiovese in prevalenza, con l’aggiunta di Sagrantino, Cabernet Sauvignon, Barbera e Merlot, di buona consistenza, questo vino dell’azienda Adanti si fa apprezzare soprattutto per un’ottima naturalezza che al naso si esprime con evidenti profumi di frutta fragrante e succosa (prugna, amarena), sfumature floreali, tracce di spezie e odori di sottobosco. Al palato ha buona corrispondenza, si lascia bere, pur avendo nel finale una scia amarognola di un tannino che il tempo provvederà a levigare. Fa caldo, ma prendetene nota, ché ai primi freddi vi tornerà utile e piacevole. Erykah Badu.

posted by Mauro Erro @ 11:34,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito