Castello dei Rampolla: doppia verticale di Sammarco e d’Alceo

Ancora sconquassato dall’entusiasmante degustazione di ieri sera, dei Riesling tedeschi di cui vado matto, dove tra gli altri, tutti buonissimi e tra cui scegliere diventa opera ardua, spiccavano il Niersteiner Pettenthal Auslese Trocken Selection 1996 di Heinrich Braun, un paio di Saumagen di Koehler Ruprecht (1992 e 2001) e l’immancabile Ederner Pralat di Weins Prum, vini di cui avrò modo di parlarvi nei prossimi giorni, torno alla doppia degustazione verticale dei vini (Sammarco e d’Alceo) di Castello dei Rampolla. Come già ho avuto modo di anticiparvi ieri, il 24 giugno a Roma presso l’hotel Cavalieri Hilton, a cura di Ais Bibenda Roma, alla presenza di Luca e Maurizia Di Napoli, titolari dell’azienda, di Giacomo Tachis, l’enologo, e guidata da Paolo Lauciani, ho partecipato a questo viaggio nel tempo di questi due cult-wine accompagnando l’amico e delegato di Napoli dell'Ais Tommaso Luongo e il sommelier Luigi Cristiano. 17 vini (Sammarco 1981, 1983, 1985, 1990, 1994, 1999, 2000, 2003, 2004; d’Alceo 1996, 1997, 1998, 1999, 2000, 2001, 2003, 2004) che racconto qui. Buona (lunga) lettura. Dick Dale "Misirlou", dal film Pulp Fiction (un video dell’epoca, 1963, invece, lo trovate qui).

posted by Mauro Erro @ 11:01,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito