Malvasia Istriana 2006, Az. Agricola Klabjan

Ci troviamo sul litorale Istro-Sloveno, nella vallata dell’Osp, a 5 km di distanza dal golfo di Trieste. La vallata, circondata da un lato dalle prime colline istriane e dalle loro “terre bianche”, dall’altro dal Carso e dalla sua parete calcarea di roccia su terre rosse, gode di un particolare microclima mediterraneo caratterizzato da una ventilazione notevole. L’azienda produce una serie di etichette, tra cui questa malvasia istriana, che vengono suddivise in etichette bianche, affinate in solo acciaio e immesse al commercio più velocemente, e nere, che prevedono una macerazione più lunga sulle bucce, affinamento in legno ed anche costi più sostenuti. Ma è stata proprio l’etichetta bianca che mi ha colpito maggiormente. Allo sguardo si presenta di un vivacissimo color giallo paglierino impreziosito da fulminei quanto accattivanti riflessi verdolini. Al naso sprizza gioiosi profumi floreali e fruttati accompagnati da sentori di erbe aromatiche. Al palato, in un’intrigante antitesi si rivela asciutto, secco, roccioso, caratterizzato da questa mineralità calcarea e dalla acidità nerboruta. Chiude lungo. Chapeau. Carlos Santana.

posted by Mauro Erro @ 12:54,

1 Comments:

At 23 aprile 2008 20:30, Blogger claudioT said...

Amo i vini bianchi rocciosi del Nord: freschi, minerali, immediati, ripulenti.
La tua descrizione mi ha fatto aumentare la salivazione e pensare ad un cilindro di tartare di tonno con crudi di asparagi e zucchine servita con olio extravergine del Cilento e qualche goccia di aceto balsamico caramellato...

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito