Taurasi 1999, Cantina Lonardo

Avrò modo di parlare spesso e volentieri di questa azienda, non solo per i Taurasi, tipici e squisiti, prodotti con la consulenza dell'enologo Maurizio De Simone (da me molto stimato), ma anche per il suo affascinante Grecomusc', e per l'aglianico base, che rappresenta una rara perla nel panorama irpino per semplicità di beva, per la sua naturalezza espressiva coniugata ad un sorso godurioso ed appagante ad un prezzo più che corretto. Ma torniamo a questo Taurasi, che in questa splendida annata, oggi si colora di un rubino ancor denso e compatto con riverberi appena aranciati nell'unghia. Al naso dopo averlo atteso delicatamente si esprime su note di prugna e marasca, tabacco e spezie, rosa appassita e rabarbaro, liquirizia e sentori di agrumi. Al palato è elegante e succoso, il tannino delicato, setoso, ma presente, trascina grazie ad un verve acida invidiabile e ad una mineralità che già s'avvertiva al naso insieme a sensazioni terrose; il sorso si chiude lungo e sapido. Frank Zappa.

posted by Mauro Erro @ 14:08,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito