Clarae 2000, Balter

Un uvaggio trentino in cui lo Chardonnay la fa da padrone con il suo 85%, ma dove l'apporto aromatico del Traminer e del Sauvignon si fanno sentire nel bicchiere. Il vino affinato in barrique sapientemente dosata, nonostante le note "morbidose" dello chardonnay, ci regala un sorso deciso grazie ad una bella mineralità, ma sopratutto, a dispetto degli otto anni trascorsi dalla vendemmia, grazie ad un acidità vigorosa che chiede nient'altro che un continuo riassaggio fino al termine della bottiglia, lasciando oltre ad una persistenza lunghissima un grado di felicità e soddisfazione estasianti. Giubilo. Cocteau twins.

posted by Mauro Erro @ 11:24,

2 Comments:

At 24 febbraio 2008 21:45, Blogger il maiale ubriaco said...

Caro Viandante,
non per il vino, nello specifico, ma per i Cocteau Twins ti scrivo. Devi sapere che le loro melodie e la struggente voce di Elizabeth Fraser hanno accompagnato, negli anni, molti miei sogni migliori. Sono legatissimo ad album come The moon and the melodies, le BBC sessions e Victorialand. Approdando per caso e poi con gioia sulle tue pagine ti ringrazio per avermi regalato un momento puro che mi ha fatto precipitare negli strani abissi dell'infanzia.
Ste-

 
At 8 gennaio 2011 23:25, Anonymous Anonimo said...

Caro Viandante...
inizio come il post precedente...a differenza sua però non ti scirvo per i cocteau twist ma per il meraviglioso "CLARAE" (l'ho scitto in maiuscolo perchè è quello che si merita).
Mi hann regalato questa bottiglia circa 8 mesi fa...non ho mai avuto l'occasione di stapparla, stasera ho deciso di farlo accompagnandola a degli spaghettini (che dir si volgia a mio parere molto meglio dei tagliolini) con astice...
Pensavo di stappare un vino per accompagnare la pietanza, alla fine è stata quest'ultima ad accompagnare la bevanda (i Sig.ri Balter mi scusino se volgarmente la chiamo così)...
Un gusto e un aroma equilibratissimi, una meravigliosa e delicata peristenza in bocca...dopo aver finito (seccato in gergo)una bottiglia viene voglia di stapparne un altra (aimè purtroppo impossibilitato)...
Da amante dei rossi, dopo aver provato quest'ebrezza sono rimasto senza parole...
Complimenti Sig.ri Balter e complimenti a te viandante per averlo recensito.
Un abbraccio
Simone

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito