Verdicchio di Matelica 2006, Collestefano

Il 2004 è stato tra i migliori vini che abbia bevuto l'anno passato. Questo 2006, ancora in fasce, si presenta di un colore paglierino dai vividi riflessi verdolini; gli effluvi che si propongono potenti al naso affascinano non poco: teso, minerale, agrumi, mela, menta, note aromatiche d'erbe. Al palato è trascinante, vibrante l'acidità che rende il sorso sempre pieno, godurioso, infinito perchè la persistenza è una scia lunghissima e perchè si è subito invogliati a farne un altro ed un altro ancora. Roccioso, salino, finale di mandorla dolce e diffusa mela golden, una progressione impressionante di grande spinta e pura mineralità che riporta alla mente la Germania dei riesling, la Germania dove Fabio Marchionni ha affinato le sue doti di grande artigiano vignaiolo. Un vino che sarà di grande longevità e ad un prezzo talmente basso che vien quasi da piangere. Standing Ovation. Iggy Pop, The Passenger.

posted by Mauro Erro @ 10:26,

2 Comments:

At 4 gennaio 2008 20:07, Anonymous Anonimo said...

Letto,Bevuto...Confermo e sottoscrivo.
tommaso

 
At 15 gennaio 2008 01:20, Blogger violacea said...

grazie!

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito