La sposa, o di Napoli Cagliari




La giusta premessa a qualsiasi racconto è: se le nostre bestie nere sono storicamente Sassuolo, Chievo o Atalanta, quest’anno il Cagliari è stata la perfetta sposa in luna di miele. Tra andata e ritorno ne ha presi otto e uno glielo abbiamo regalato al culmine degli incontri per corrispondere, di più non potevamo, a tanta generosità. È un tiki taka verticale come l’ha definito L'Équipe solo se si guarda esclusivamente al pallone, spesso, il massimo concesso agli avversari. Se invece dimentichiamo per un attimo la palla e guardiamo gli uomini allora noteremo quella specie di danza, un tango a più figure, uno viene e l’altro va via, nello spazio, verso una promessa d’incontro, qualcosa che è più di una speranza, è presagio di occasione. O è solo un diversivo, si ricomincia d’accapo, il respiro e l’unica figura si ritrae, si allunga dall’altro lato, un braccio a cingere e a concludere l’offensiva. 

È tutto fin troppo facile e se non fossimo così vezzosi da cercare anche nella finalizzazione non la concretezza e il risultato, ma la bellezza del gesto, ieri sarebbe finita in goleada. Mertens (8) per quel che ha fatto e quel che sta facendo merita solo applausi, e se non sprecasse altrettanto per dispersione di elettricità il suo voto potrebbe essere più alto. Ghoulam (7 e mezzo) fa due assist e mezzo: anche sul gol di Insigne ci mette lo zampino. Troppa grazia. Insigne (7): il peggio che possa fare è affrettare i tempi, essere scomposto per eccessiva eccitazione, e non procedere serenamente nel suo percorso, coniugare genialità con continuità, approfittare dell’esperienza per essere decisivo piuttosto che cercare la giocata maradoniana: quel pallonetto non s'adda fare. Per il resto, c’è ancora Hamsik (sempre sia lodato, 7) e la sua sopraffina intelligenza calcistica. 
Tutti ben al di sopra della sufficienza, menzione per Albiol (7) poco considerato quando c’è, ma di cui si sente sempre la mancanza quando assente.

Trentacinquesima di campionato. Napoli - Cagliari 3 a 1

[prove tecniche di rubrica di un tifoso anglo-napoletano: Il deserto dei leoni]  

posted by Mauro Erro @ 11:11,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito